Roberto Miniati

Roma 14 maggio 1952

Roberto Miniati nasce a Roma il 14 Maggio 1952 da una famiglia di origini fiorentine. Il suo amore per il disegno inizia da piccolo, a letto, fermo spesso per una fastidiosa infiammazione dell’appendice: “copiavo ripetutamente le figure dei personaggi dei miei fumetti preferiti, rimpiansi molto quei momenti una volta guarito”. Fu l’incipit di un amore che negli anni Sessanta lo porterà a comporre le sue prime opere. Studia, consegue il diploma e collabora fin da giovane alla gestione dell’azienda del padre, orologiaio e gioielliere.

Conquistato dalla varietà di colori e sfumature che i minerali offrono, sviluppa la passione per le pietre preziose ed è tra i primi in Italia a pregiarsi del titolo di gemmologo. S’iscrive alla facoltà di Psicologia spinto da un forte interesse rivolto alla conoscenza dei meccanismi dell’inconscio, frequenta nel contempo diverse accademie d’arte private, poi abbandonandole, nella ricerca di una propria forma d’arte che troverà solo nella sua esperienza di autodidatta.

Nel tempo affina sempre più la propria conoscenza artistica, venendo a contatto con galleristi di tutta Italia e divenendo egli stesso un appassionato collezionista. Intraprende la sua personale attività pittorica, ma al contempo è impegnato sempre più nell’azienda familiare, e dopo avere avuto entrambi i genitori coinvolti in un terribile incidente d’auto e costretti ad un lungo ricovero, decide di assumere le redini dell’attività commerciale.