Martin Bradley

Richmond upon Thames, Regno Unito, 1931

Nel 1945, Martin Bradley s’imbarcò come mozzo su delle navi cargo battenti bandiere compiacenti, panamensi o della Liberia.

Nel 1949, torna a Londra e passa tre anni a studiare dieci ideogrammi cinesi al giorno e grazie all’attenzione benevolente di Arthur Waley, riceve le basi d’una educazione estremo orientale

Negli anni ’50, Bradley conosce vari autori e scrittori che lo guidano verso l’apprezzamento dell’arte e calligrafia orientale.

Nel 1958, laureato con una borsa di studio in Brasile, egli risiede principalmente in Rio de Janeiro per studiare il folklore, la lingua e la letteratura brasiliana così come la pittura. 

Nel 1961, prende parte alla storica esposizione “Arte e Contemplazione” organizzata da Paolo Marinotti a Palazzo Grassi a Venezia.

Nel 1963, parte per l’Italia, dove dipinge durante il giorno e studia durante la notte. 

Nel 1967, Bradley intraprende un viaggio di ricerca in Asia.

Negli anni 70′ viaggia diverse volte in Asia, in paricolare Giappone, India e Hong Kong. Dove studia le tradizioni, l’arte e il buddhismo, sia in tibetano che in cinese.

Nel 1982, Soggiorna un mese in Giappone. Al suo ritorno in Europa, ha un attacco cardiaco e deve riposarsi per evitare il sovraffaticamento.

Nel 1983, firma un protocollo di accordo con Matthew Carone (Carone Gallery, Florida). 

Nel 1986, trascorre quattro mesi a Santo Domingo per preparare un’esposizione in Florida; viaggia a Los Angeles e alle Hawaii dove deve essere ricoverato in ospedale per un secondo attacco cardiaco.

Nel 1990, firma un contratto con Giancarlo de Magistris (Galleria San Carlo).

Nel 1995, viaggio in Giappone dove viene a lui consacrata un’esposizione personale; si inizia alla ceramica.

Nel 1997, ci fu un’esposizione personale alla Galleria Samy Kinge, alla Fiac; qui riceve un’accoglienza eccellente. In un articolo, il critico Richard Pierre Turine, qualifica Bradley di “il Lewis Carrol della pittura”. Risiede sia a Bruges che a Deal, dipingendo e studiando

Nel 2008, viaggia in Giappone e si stabilisce lì.