Adriano Nardi

Rio de Janeiro, 1964

Adriano Nardi è nato a Rio de Janeiro (Brasile) nel 1964, e trasferito in Italia a Bologna nel 1970. Vive e lavora a Roma. Si è diplomato al Liceo Artistico Statale e all’Accademia di Belle Arti di Bologna, presso il Corso di pittura di Concetto Pozzati. 

Il soggetto femminile è presente nelle opere di Adriano Nardi degli ultimi anni, come figura metalinguistica, non letteraria, concettuale. Nel 1999 inizia una commistione tra tecniche digitali e pittura ad olio per arrivare poi a definire il concetto di “micropittura”. Da un approccio concreto, inteso come comunicazione mediale, sceglie senza negarli, riferimenti visivi che vanno dai media cartacei alla rete, come modelle glamour, dipinte su fondi con immagini dei movimenti politici globali. Dipinge figure ad olio su supporti digitali, creando una visione pittorica dai cromatismi catodici; successivamente su tela di lino preparata “organicamente” con una essenziale coloritura “povera” del fondo inteso come spazio e superficie, paesaggio, ambiente.

Partecipa alle prime importanti rassegne collettive a Palazzo Re Enzo a Bologna nel 1987 e 1993 e alla Galleria San Fedele a Milano nel 1990. Espone mostre personali: la prima dal titolo Antipop al Museo Laboratorio d’Arte Contemporanea dell’Università La Sapienza di Roma diretto da Maurizio Calvesi (1998).

Partecipa ai premi: Fondazione Zucchelli (1987, 1°premio ex aequo con Marco Neri, con acquisizione dell’opera), Premio Morandi di incisione (1989, 1° premio con acquisizione dell’opera); Premio Vasto (2003, premio con acquisizione dell’opera); Premio Termoli (2004 e 2011); Premio Ferruccio Ferrazzi (2001 e 2003).

Partecipa a collettive in Italia e all’estero tra cui: Museo Pietro Canonica a Roma, Museo Mahmud Khalil al Cairo, Museo Maguncia contemporaneo a Buenos Aires nel 2010; Centro cultural Borges di Buenos Aires (2011); Civic Center Victoria Island di Abuja in Nigeria (2011), National Theatre Gallery di Addis Abeba (2013).

E’ stato invitato a partecipare alla XV Quadriennale d’Arte di Roma al Palazzo delle Esposizioni nel 2008 e alla 54° Biennale di Venezia al Palazzo delle Esposizioni Sala Nervi a Torino nel 2011. Sue opere sono in collezioni pubbliche e private.